logoPagina

Il laboratorio di linguaggio visuale è sorto per fornire soluzioni alternative e mettere a disposizione dei fotografi una maggiore scelta di possibilità per i loro lavori e offrire fotografie d'alta qualità.

Ripercorrendo dalle origini la storia della fotografia, si è riappropriato degli strumenti che furono della fotografia di "bottega" in modo da avvantaggiarsi nell'estetica dell'immagine e superare il divario tecnico/linguistico legato alla produzione di massa che porta inevitabilmente a risultati uniformi ed uguali per tutti. Il laboratorio di linguaggio visuale promuove un ampio programma di attività imperniate sulla valorizzazione della fotografia come mezzo comunicativo ed espressivo e per il suo apprendimento in tutte le varie articolazioni.

Le caratteristiche che contraddistinguono i corsi organizzati dal laboratorio di linguaggio visuale da quelli che normalmente sono proposti dai fotoclubs o altre scuole sono:

A) possibilità di accedere al corso prescelto in qualsiasi momento, perché non è richiesto un numero minimo di partecipanti;
B) studio dei materiali, apparecchi e procedimenti finalizzato ad evidenziare le caratteristiche che ne consentano l'uso più efficace;
C) individuazione e sviluppo delle possibilità che la fotografia può offrire per una maggiore conoscenza del mondo dell'immagine;
D) indirizzare all'analisi della comunicazione visiva nei suoi modi ed effetti, per come si esprime attualmente e per come si è evoluta nella storia.

Gli argomenti sono stati scelti dopo un'accurata analisi fra quelli che si reputano i settori di maggior interesse in fotografia; inoltre sono stati inseriti gli insegnamenti di alcune tecniche storiche perché sono quelle che offrono, fra le molte in uso, larghe possibilità alla ricerca espressiva personale sia sotto l'aspetto visuale che materico.

Con la diffusione della fotografia digitale ad un pubblico sempre più vasto, il laboratorio di linguaggio visuale si vuole inserire anche in questo settore con una propria visione alternativa, per offrire agli utilizzatori di questo moderno mezzo fotografico i giusti strumenti operativi allo scopo di educare la formazione tecnica ma principalmente quella etica.

La fotografia digitale ha in sé delle potenzialità sconosciute alla fotografia analogica ed il saperle sfruttare appieno con il giusto approccio mentale metterà l'operatore in grado di sfruttarle al massimo ed al meglio.

Va da sé che la fotografia digitale implica le conoscenze informatiche nell'uso dell'elaboratore e dei programmi applicativi specifici per la fotografia. Il laboratorio di linguaggio visuale non manca di inserirli nei propri corsi didattici proponendo quei sistemi che possono rendere le scelte dei fotografi più facili e meno onerose.

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Privacy © 2012 Laboratorio di Linguaggio Visuale. Tutti i diritti riservati. P.IVA - 02742690247